lunedì 16 luglio 2012

Jim Hutton (con Tim Wapshott) - I miei anni con Freddie Mercury

I libri musicali sono strani. A volte sono bellissimi, altre volte orribili; spesso risultano superficiali, talvolta irritanti, specie se si tratta di biografie romanzate o scritte da ex amanti, mogli o groupie a caccia di qualche spicciolo. Non sfugge alla regola questo libro dell’irlandese Jim Hutton, personaggio senza arte né parte capace di ritagliarsi la sua  fetta di notorietà mediatica in quanto ultimo amante di Freddie Mercury dal 1985 al 1991, anno della morte del leader dei Queen, e impiegato presso di lui con le mansioni di giardiniere (in precedenza faceva il barbiere al Savoy). È chiaro che il buon Jim (scomparso nei primi giorni del 2010 per cancro ai polmoni, e anche lui sieropositivo come molti altri dell’entourage gay del cantante) non era uno scrittore, e si vede: il suo è un succedersi disomogeneo e poco uniforme di aneddoti riguardanti la sua storia d’amore con il mitico cantante, raccontati attraverso uno stile sciatto e colloquiale, pieno di ripetizioni (con frasi del calibro di «correre la cavallina»). Ecco quindi raccontata la vita privata di Freddie Mercury (cantante che, nonostante gli eccessi, era molto attento alla sua privacy), la sua vita a Garden Lodge in compagnia dei suoi collaboratori (principalmente l’assistente Peter “Phoebe” Freestone e il cuoco Joe “Liza” Fanelli), la sua passione per i gatti e le carpe koi, il suo caratterino da prima donna isterica, i litigi, le riappacificazioni, l’uso di cocaina (almeno fino alla scoperta di essere malato), i regali, la propensione allo shopping smodato e le vacanze (soprattutto quella in Giappone del 1986, durante la quale al cantante capitò di spendere 250.000 sterline in un solo giorno). Nulla si dice invece sui lavori dei Queen (Jim non sapeva nemmeno chi fosse Freddie prima di venire abbordato da lui in un club gay e il Live Aid del 1985 fu il suo primo concerto rock in assoluto), se non che Freddie passava ore e ore in studio da perfezionista qual era. Un’operazione ampiamente discutibile, perché se da un lato è comprensibile che il buon Jim abbia deciso di scrivere la sua biografia con l’intenzione di offrire un tributo personale al suo amato, è altrettanto vero che il tutto puzza terribilmente di bieca operazione commerciale per pagarsi le bollette (nonostante il lascito di Freddie di 500.000 sterline) e togliersi qualche sassolino dalla scarpa (soprattutto nei confronti di Mary Austin, ex amante di Freddie ed erede per testamento della residenza di Garden Lodge, colei che nel giro di qualche mese si impadronì del nuovo domicilio e buttò fuori di casa gli ex collaboratori del cantante), riprendendosi il ruolo che (a suo giudizio) gli spettava di diritto, quello di compagno di vita, amante e colui che gli rimase a fianco fino all’ultimo respiro e che convertì alla monogamia l’irrequieto Freddie. Aggiungiamoci inoltre che la presenza di un coautore, o per meglio dire ghost writer (tale Tim Wapshott, scommetto giornalista), ha fatto sì che la narrazione si sia concentrata sugli aspetti più sensazionalistici della relazione tra i due che anche il più innamorato dei fan farebbe volentieri a meno di sapere (ripeto quanto già scritto per il libro di Lesley-Ann Jones: a chi importa sapere se Freddie era un omosessuale attivo o passivo?), oltre che sui dettagli personali degli ultimi giorni di vita del cantante, principale ragione per cui il povero parrucchiere-giardiniere è stato emarginato dall’entourage dei Queen (giustamente infastidito che i particolari intimi della morte dell’amico e collega siano stati dati in pasto al pubblico) e bollato dalla stessa Mary Austin (che pare non lo abbia mai amato) come “uno dall’immaginazione vivace”. Decisamente spassoso il particolare di Freddie che invita il principe Andrea all’Heaven, famigerato club gay di Charing Cross.

12 commenti:

  1. ma povero jim hutton!è vero che è stato importante per freddie e che mary non si è comportata bene con lui.se freddie sapesse tutto cambierebbe il testamento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary era una vera strega, una specie di groupie che ha sempre capito che Freddie si sentiva in colpa ( secondo me senza motivo) per averla lasciata, e quindi se ne è approfittata alla grande. Gli è rimasta vicino perchè la posta in gioco era succulenta e lei aveva capito benissimo che prima o poi avrebbe messo le grinfie sul ricco bottino. Una donna molto astuta e calcolatrice che dopo la morte di Freddie ha gettato la maschera mostrandosi per l'arpia che è. Lo sapevate che quando ha cacciato via di casa il povero Jim Hutton gli ha detto: Vattene da qui che tanto tra poco muori anche tu e raggiungi Freddie ". Come si fa ad essere così perfide? Tutto questo odio contro Jim perchè Freddie stava con lui invece che con lei. Se Freddie sapesse tutto questo, davvero cambierebbe il testamento perchè sarebbe troppo deluso da lei.

      Elimina
    2. condivido ogni singola parola. A me quella donna fa davvero schifo e non credo proprio alla storia dell'amore della vita e che fosse la sua soul mate.
      Era solo una squattrinata sprovveduta senza istruzione e senza famiglia o, almeno con una famiglia MOLTO POVERA sulla quale non poteva fare affidamento.
      Se non fosse rimasta nell'ombra di Mercury, avrebbe dovuto sgobbare duramente come commessa.
      Invece lui le ha comprato la casa, l'ha fatta vivere nel suo lusso, l'ha riempita di regali e di viaggi...tutto questo perchè non aveva potuto sposarla perchè gay.
      Lui si sentiva in colpa, lei, fredda, astuta e calcolatrice, una vipera, lo ha capito e ha saputo lavorarsi il pollo (aliasMercury) fingendosi quello che non era.
      Morto Mercury, si è tolta la maschera, la strega, e ha rivelato se stessa:
      1) ha cacciato Jim,Joe e Phoebe da casa: un sieropositivo e un malato terminale di aids, augurando a Jim di raggiungere presto Freddie (maledetta);
      non è mai più andata a trovare gli affranti genitori di 2)Mercury (buoni come due pezzi di pane);
      3)non ha fatto nulla o quasi per il Mercury Phoenix Trust Fundation, si è tenuta stretta il malloppo dei soldi;
      4)non ha fatto erigere nemmeno una statua a sue spese affinchè i fan potessero onorare la memoria del loro idolo;
      5) ha fatto cancellare tutte le scritte da Garden Lodge e da quello che ho letto, è stata pure molto scortese con alcuni fans
      ....e questa cosa qui, così falsa e viscida, sarebbe "the love of my life" di un uomo che secondo me aveva solo grossi sensi di colpa per il fatto di non averla potuta sposare???
      magari lo avesse fatto...ma avesse riconosciuto tutto quello che il buon Jim aveva fatto per lui. Per me Jim e Freddie forever.
      Auguro che alla strega accada quello che lei aveva desiderato per Jim.

      Elimina
    3. Esatto, ti farei un applauso per come hai capito la situazione. Questa strega è stata soltanto una furbissima cacciatrice di denaro, pensa che una volta ha pure avuto il coraggio di dire che lei l'ha capito subito che Freddie con il suo stile di vita sarebbe durato poco e lei poteva solo stare a guardare perchè non poteva fare nulla. Più chiaro di cosi, che aveva in mente solo di impadronirsi di tutto e basta! Il povero Freddie è stato tanto ingenuo e sprovveduto, povera stella..talmente era tanto il suo bisogno d'amore, che ha idealizzato questa strega attribuendole santità che quella vipera non aveva. E si è tolta la maschera già il giorno del matrimonio, dicendo " adesso comando io " e non ha nemmeno voluto Jim e gli altri in macchina con lei e gli ha fatti andare al cimitero da soli. Non si vergogna? Ha un pezzo di m... al posto del cuore? Fatto morire le adorate carpe di Freddie, dato via i gatti che Freddie amava come figli...questa bastarda merita davvero poco...Freddie piangerà dall'aldilà! :(

      Elimina
  2. Mary Austin è una schifosa, spero che la vita le faccia pagare tutto con interessi salati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono daccordo

      Elimina
    2. concordo al 100 per cento.
      Che possa accadere a lei quello che ha fatto agli amici di Freddie e soprattutto quello che ha augurato al povero Jim

      Elimina
    3. Riguardo il Mercury Phoenix Trust Foundation, questa strega di Mary ha fatto " finta " di andare per 2 giorni, dopodichè non l'hanno piu vista, è sparita. Che bel gesto da fare, dopo che il suo " amore " è sparito proprio per colpa di quella brutta malattia! Se avesse avuto una coscienza si sarebbe messa in prima linea per aiutare a sconfiggere il male che ha portato via Freddie! Che persona ignobile..non riesco a trovargli niente di buono... e volgiamo parlare delle foto del funerale, dove si vede Mary con quel sorriso sarcastico e beffardo, quasi di trionfo? Sono rimasta malissimo quando ho visto quelle foto! Aveva un'aria maligna come per dire " ce l'ho fatta ".
      Che serpente... " amore della sua vita" un cazzo!

      Elimina
  3. Buongiorno, come potrei fare per acquistare o trovare una copia in buone condizioni?
    Da un mese sto' cercando,ma sembra impossibile da trovare.
    Ringrazio anticipatamente chi risponderà aiutandomi.
    Grazie. Luca.
    Contattemi qui grazie:
    luca.malindi@gmail.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io lo cerco ovunque 😢

      Elimina
    2. Purtroppo è introvabile perchè troppo vecchio. Io l'ho acquistato tanto tempo fa. Però in inglese lo trovate ancora, se volete!

      Elimina